Sussurrare per Gainsbourg

Ma io non sono fatta per stare con le mani in mano. Ho letto le confessioni di Lev Tolstoj e non vorrei sembrare snob ma non ci ho trovato niente che non sapessi già, pur leggendo per scelta autobiografie sentimentali e storie di amore che finiscono male. Tornare nell’ignoranza non è la mia strada, né l’epicureismo senza preoccuparsi del futuro, il futuro é qui in un respiro di cui non ci si accorge, l’energia e la forza di mettere fine alla mia vita non ce l’ho, e non sono nelle massime potenzialità e risolutezza da prendere una decisione così lucida, resta la debolezza, l’indecisa rabbia sotto pelle per la consapevolezza che la vita é male, sofferenza, dolore, frustrazione, che solo attraverso il sogno si possono provare le vere emozioni che nella quotidianità ci neghiamo o decidiamo di non vedere, la vera paura , il terrore del gelo, della morte, la completezza e l’estasi dell’amore, tutto riequilibrato dalla ragione, ma se la vita scaturisce dalla ragione, come può la vita essere regolata da una ragione che, superata l’ignoranza, nega la vita? Ho avuto un anno di merda, e questa é frase da bancone di bar, non brinderò, non accecherò bambini coi petardi, spero che molta gente si spari nella propria casa di famiglia in famiglia, evitando una crisi epilettica al mio cane al mio gatto. Sono improduttiva, sono un cerotto di plastica non traspirante sopra un foro di flebo che continua a impregnarsi di sangue e che attacca la muffa ai peli, senza avere il coraggio di strapparmi in un gesto scattante, prima di essere gettato nel cestino rifiuti contaminati. Per quanto ci provi, non riuscirò mai a farmi piacere nemmeno i saldi di inizio anno, ma provo a svendere le mie parole.

About these ads

4 pensieri su “Sussurrare per Gainsbourg

  1. Milla 29 dicembre 2013 alle 22:11 Reply

    E non devi svenderle. Io le adoro. Le comprerei non a saldo.
    Pensa.

  2. gialloesse 30 dicembre 2013 alle 16:42 Reply

    O sussurrare per Celine !

  3. newwhitebear 30 dicembre 2013 alle 17:14 Reply

    Auguri. Sia il 2014 un anno ricco di serenità e letizia.
    Buon Anno

  4. Claudiappì 8 gennaio 2014 alle 10:20 Reply

    Wè, cos’è tutta questa mancanza di casciara? Passa, deve passare, voglio che passi.
    Ti abbraccio e, mentre lo faccio, ti auguro un anno bello come lo vuoi tu, sono sicura che lo saprai scrivere benone come sai fare :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.717 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: